5 Strumenti per trovare idee e parole chiave per i propri contenuti Come trovare keywords e spunti interessanti per i propri contenuti.

Molti degli strumenti che i content marketers usano nel loro lavoro sono a pagamento.Per trovare idee e spunti di riflessione per i nostri post ci sono degli strumenti gratuiti molto utili che ci possono dare una mano.

Trovare idee e parole chiave utili è molto importante perchè :

  • riusciamo a trovare nuovi spunti di riflessione
  • possiamo monitorare i nostri concorrenti
  • sapendo cosa la gente cerca possiamo intercettare i nostri “potenziali lettori”

Come fare allora se non si vogliono spendere dei soldi per avere queste informazioni ? La scorsa volta ho mostrato uno strumento presente in uno dei tools a pagamento che ci consentirà di monitorare le menzioni sui social, ce ne sono ovviamente molti altri. Oggi voglio concentrarmi su 3 strumenti gratuiti che uso e che potrete trovare sicuramente interessanti.

Google AdWords Keyword Tool

Lo strumento per le parole chiave di Google Adwords è sicuramente quello che uso di più. Consente di fare delle ricerche per parole chiave che possiamo poi filtrare per lingua e per località.

Se proviamo a cercare “seo web marketing” ad esempio vediamo che ci vengono proposti una serie suggerimenti con parole chiave combinate per le quali è riportato anche un indice di concorrenza e il volume delle ricerche mensili.

Un esempio di ricerca su Adwords Keywords Tool

Un esempio di ricerca su Adwords Keywords Tool

Google Trends (http://www.google.it/trends/)

E’ possibile anche inserire nel form iniziale un dominio di riferimento. Inoltre è integrato con un altro strumento interessante che è Google Trends. Cliccando su Google Insigtht for search possiamo osservare in modo visuale l’interesse manifestato dagli utenti per quella ricerca.

google-trends

A dir la verità molte tendenze riusciamo anche ad identificarle con altri strumenti, lo stesso Google+ ci può dare molte informazioni. Ritengo però opportuno segnalarlo come strumento valido, ci permette di segmentare per regione geografica i risultati per capire le tendenze sulle ricerche emergenti o che sono ormai consolidate.

Übersuggest (http://ubersuggest.org/)

E’ uno strumento molto facile da usare. Basta impostare la parola chiave che ci interessa e scegliere la lingua. Ci vengono presentate delle pagine con una serie di keywords correlate che possono essere molto utili per chi cerca idee per il proprio blog o vuole creare dei contenuti

ubersuggest

Anche se nell’ultimo periodo abbiamo sempre meno informazioni dagli strumenti di analytics parte del traffico proviene dalla cosiddetta long tail, ovvero da frasi di ricerca composte da più parole. Poichè sono molto importanti per incrementare il proprio traffico Übersuggest può essere uno strumento ideale per la creazione di contenuti specifici o per una particolare nicchia.

Google “Ricerca avanzata” (http://www.google.it/advanced_search)

Molto spesso le informazioni più rilevanti sono nelle SERP stesse. Negli ultimi anni ho notato che in alcuni casi ci sono molte più informazioni nelle ultime pagine di Google che nelle prime. Sembra un controsenso ma per me non lo è. Per molto tempo ho trascurato la ricerca avanzata, uno strumento molto potente che consente di filtrare e trovare degli spunti davvero notevoli.

google-ricerca-avanzata

Usare gli operatori di ricerca avanzata può aiutarci a scoprire nuovi siti che trattano i nostri stessi argomenti. E’ possibile filtrare le ricerche poi sui siti con immagini trovando come i competitors utilizzano contenuti multimediali o trovando altri termini correlati. Insomma se volete nuove opportunità di marketing potete sfruttare anche queste informazioni.

Alexa (http://www.alexa.com/)

E’ uno degli strumenti che utilizzo di meno anche perchè molte informazioni le riesco a ricavare da altri strumenti a pagamento. Poichè in questo articolo ci concentriamo su strumenti free, è utile menzionare questo sito che ancora oggi offre molte informazioni.

alexa

Rispetto agli altri la ricerca parte da un dominio più che da keywords, tuttavia permette di verificare quali sono le parole chiave con cui viene cercato un determinato sito. Digitando la URL di un concorrente potremo infatti ottenere dei dettagli per capire le migliori query per le quali è posizionato e verificare quali sono in crescita o in diminuzione.

E voi quale strumenti aggiungereste a questa lista ?

Scritto da:

Consulente web freelance, ha lavorato per diverse banche italiane e collaborato a vari progetti web. Consulente SEO e di Web marketing.

Lascia il tuo commento

(richiesto)

(richiesto)

(richiesto)


Rimani aggiornato ed in contatto con noi