Scrivere un post interessante e di qualità per il tuo sito : che significa?

Abbiamo già parlato in ottica SEO e non solo di quanto sia importante scrivere contenuti di qualità per il proprio sito.

Per ottenere dei risultati migliori il contenuto del proprio sito web è, infatti, il fattore più importante da curare in ogni aspetto. “Content is king” dunque o c’è dell’altro ?

Vediamo allora quali sono i requisiti minimi che deve avere un post o un articolo che ci apprestiamo a pubblicare.

Unicità

Mai copiare da altri siti. Un post fatto bene dovrebbe avere dei contenuti unici anche perchè oggi più che mai per essere presenti nei motori di ricerca si deve puntare a qualcosa che non esiste da nessun altra parte. Google è in grado di applicare dei filtri molto potenti che rilevano pezzi di contenuto copiato anche parzialmente, dunque è buon norma scrivere testi originali. Vedremo poi che scrivere un contenuto originale non significa necessariamente che questo sia valido.

Rilevanza e utilità

feedback-positivo

Se avete un sito web che parla di benessere è inutile scrivere di finanza anche perchè i contenuti non sarebbero rilevanti per il vostro pubblico. Qualcuno partecipa alle discussioni sul vostro blog o sottoscrive una newsletter perchè si aspetta di ricevere dei contenuti pertinenti, bisognerebbe cercare dunque di scrivere sempre articoli che interessino il nostro pubblico se vogliamo che questo aumenti nel tempo.

Uno dei modi di fare link popularity  oggi è quello di scrivere contenuti utili. Se questo si verifica, la probabilità di ricevere link, tweet e citazioni naturali aumenterà di molto. Inoltre se il contenuto è utile potrebbe essere anche diffuso in maniera virale sui vari media sociali, un aspetto da non trascurare.

Si dunque a guide, tutorial, articoli veramente informativi che siano facili da capire e utili per gli utenti.

Statistiche chiare e cifre affidabili

Un dato è un dato. Ognuno di noi può inserire delle statistiche più o meno veritiere sui propri siti. Non dico una sciocchezza quando affermo che molte delle ricerche che leggo su siti autorevoli presentano spesso delle lacune se non altro riguardo al metodo con cui si raccolgono e presentano i dati.

Ora il punto è questo. Fornite dei dati che vi facciano percepire come una fonte affidabile, se presentate delle statistiche o i risultati di uno studio non discostatevi mai dalla realtà e dalle cifre.

Qualità. Ma cosa è un contenuto di qualità per Google ?

Il lavoro del seo negli ultimi tempi si è evoluto parecchio, molte delle attività che si facevano un tempo sono diventate ormai superate o obsolete. Il professionista dei motori si deve evolvere contestualmente all’evoluzione del motore di ricerca stesso. Se cambiano gli algoritmi di Google o di Bing anche il consulente seo deve cercare di evolversi. Il lancio dell’algoritmo Panda mirava proprio a questo : penalizzare i contenuti di bassa qualità nei risultati di ricerca.

Ma vi siete mai chiesti come Google valuta la qualità ? Ce lo dice in modo chiaro o quasi. Bisogna proporre ai propri lettori degli articoli semplici da comprendere che siano ricchi di informazioni, unici e facili da condividere. Ma è proprio vero ? Personalmente sono molto scettico quando vedo alcuni video di Cutts anche perchè poi nelle SERP troviamo dei siti che non meritano di stare in determinate posizioni.

La verità è che la qualità non è un concetto assoluto, misurabile e quantificabile ma è soggettiva.

Un tweet di 160 caratteri può essere molto più interessante di un articolo di 3000 caratteri.

Come capire se un contenuto è interessante ?

interessanti

E’ sicuramente la risposta dei nostri lettori uno dei fattori da tenere in considerazione. Il pubblico condivide il tuo articolo sui social network, su Facebook e su Twitter ? Quante interazioni “social” porta il vostro post? Fanno re-tweet ? Commentano ?

Possiamo provare a scrivere il miglior articolo possibile ma saranno sicuramente i lettori con i commenti e le azioni sociali a farci capire se abbiamo fatto centro o no.

Attenzione agli errori di grammatica e sintassi

In questo video del 2011 Cutts ci spiega che Google fa attenzione ai contenuti ben scritti e agli errori di grammatica.

Come mai allora troviamo nelle serp centinaia di siti in alto nelle posizioni che sono scritti malissimo o sono fatti addirittura con il traduttore automatico ? Probabilmente Google è in grado di comprendere alcuni costrutti e solo in alcune lingue specifiche, ma deve ancora fare dei passi in avanti per poter comprendere a fondo il linguaggio naturale. E’ bene comunque seguire le regole base della grammatica e scrivere con attenzione, i vostri lettori lo apprezzeranno. Leggete e rileggete sempre un testo prima di pubblicarlo.

Che significa quindi in conclusione scrivere un post di qualità ? La qualità di un sito non la misura Google o un qualunque altro motore di ricerca, non è un insieme di fattori prestabiliti e di verità inconfutabili. La qualità non la decidiamo noi stessi, ma i nostri lettori.

Scritto da:

Consulente web freelance, ha lavorato per diverse banche italiane e collaborato a vari progetti web. Consulente SEO e di Web marketing.

Comments

  • Fabrizio | 25 settembre 2013 | Rispondi

    Hai perfettamente ragione. E' quello che cerco di far capire ai miei collaboratori. E' frustrante vedere come agenzie seo anche blasonate poi regolarmente ti contattino per acquistare link invece di puntare sui contenuti di qualità.

Lascia il tuo commento

(richiesto)

(richiesto)

(richiesto)


Rimani aggiornato ed in contatto con noi